La città di Luxor



Costruita nel luogo in cui sorgeva la città di Tebe, capitale dell' Egitto durante il Nuovo Regno, oggi la città di Luxor riveste il ruolo di mecca turistica della Valle del Nilo.


Il suo viale più affascinante, la Corniche, è ideale per una passeggiata pomeridiana, dopo il grande caldo della giornata. Percorrendo l’incantevole tratta lungo il Nilo si gode l’incanto del sole che si inabissa a ovest, dietro le colline di Tebe.

Il vivace centro di circa 150.000 abitanti ha un’atmosfera vittoriana, anche per l’impronta del suo più grande albergo, il Winter Palace Hotel, edificato  nel 1880, quando i lunghi viaggi esotici erano un privilegio dei ricchi che sfuggivano al freddo inverno dell’Europa.



Gli scavi condotti dagli archeologi europei tra il XIX secolo e gli inizi del XX, in particolare la scoperta della tomba di Tutankhamon nel 1922 da Howard Carter, portarono l'attenzione sulla città a livello internazionale.  I turisti iniziarono ad affollare la zona che è la più grande concentrazione di rovine mai esistita.

Percorrendo la Corniche verso nord si raggiunge il Tempio di Luxor, simbolo durevole del glorioso passato attorno il quale ruota la città. A fronte del tempio si trova il pontile dove attraccano i traghetti che portano a Tebe, la necropoli di Luxor, situata sulla Sponda Occidentale.



Dopo il tempio, verso l’interno, si imbocca Sharia El-Karnak, la via principale della città. Alla sua estremità meridionale sorge un altro albergo, il Luxor Wena Hotel.

Nella zona settentrionale si trova il Museo dell'Imbalsamazione ed una moschea, dal quale si può vedere il Viale delle Sfingi per tutta la sua lunghezza, fino al pilone del Tempio di Luxor. Proseguendo verso nord lungo la Corniche si incontra il Museo di Luxor.

Il modo migliore per immergersi nell'atmosfera di Luxor è la visita a piedi, ma è particolarmente piacevole anche la gita bordo di una tipica caleche.

[Egitto per caso]